By 14 Marzo 2013 0 Comments

I benefici dello Yoga in gravidanza


Questo articolo è stato scritto dall’insegnante di Yoga Sonia Squilloni*.

Sono incinta, posso praticare yoga?

Sullo yoga si sente o si immagina molte cose. In particolare siamo tutti affascinati da quelle posture da contorsionisti. Lo yoga non è solo questo. È anche questo, ma non solo.

Come tutte le cose complesse ha molte angolazioni dal quale essere osservato. Ed in particolare è una disciplina – perché concretamente è questo, una disciplina – molto democratica alla quale, negli anni, molti hanno attingono e preso quel che gli serve, lo elaborano e lo ripropongono con nomi vari.

Può utile andare alle fonti – facile solo in apparenza! – oppure avere un quadro delle varie offerte di yoga e scegliere quello che fa per noi.

…e quello che fa per noi, è sempre diverso in base ai momenti che stiamo vivendo, questo ci insegna lo yoga. In particolare noi donne siamo più che mai in continuo mutamento, sempre assoggettate ai cicli ormonali mensili e poi alla gravidanza, ed infine alla menopausa.

Lo yoga può essere di grande aiuto in tutte le fasi della vita di una donna.

In particolare durante la gravidanza per più di un aspetto.

Durante la gestazione si offre un tipo di pratica mirata a quelle che sono le esigenze di una donna in stato interessante.

Con le posture yoga si riesce a contenere tutti quei disturbi fisici connessi all’aumento di peso e di dimensioni che avviene in gravidanza. In particolare, è possibile alleviare i fastidiosi mal di schiena, i gonfiori alle gambe o infiammazioni al nervo sciatico, ma anche prepararsi in modo attivo al momento del travaglio, che molto spesso per le primipare non è una passeggiata.

Con l’attenzione che lo yoga riserva alla respirazione – importantissima caratteristica che lo distingue nettamente della semplice ginnastica – si può alleviare disagi dovuti a irrigidimenti fisici o tensioni di tipo emotivo.

È un valido antidoto contro l’ansia e uno strumento per cominciare a porsi in comunicazione con il futuro bambino. La donna in gravidanza si dispone in una naturale condizioni di introspezione e contatto con il proprio figlio. Troppo spesso le numerose attività che si sceglie o si è costretti a svolgere nonostante la gestazione non aiutano ad instaurare questo contatto. Ritagliarsi del tempo da dedicarsi per sé e per la futura vita, è il modo migliore per porre le basi del nascente rapporto madre figlio.

È consigliabile praticare yoga dal 3 mese in poi se non lo si è mai fatto prima e seguire un corso dedicato alle gestanti.

A Campi Bisenzio, grazie ad una collaborazione tra Centro Ostetrico Themis, Ginkgo Lab asd, Apam Shiro Saigo Prato, è possibile praticare yoga in gravidanza.

Autore dell’articolo:

Sonia Squilloni è allieva di Gabriella Cella Al Chamali e pratica Hatha Yoga secondo il suo metodo Yoga Ratna dal 2001.
Dal 2009 insegna Yoga, attualmente presso Ginkgo Lab asd, nelle sedi di Campi Bisenzio e Comeana. Dal 2011 è mamma di Margherita ed avendo praticato e insegnato yoga durante tutta la gravidanza, traendone grandi benefici, propone corsi yoga per gestanti.
Per informazioni
www.yogacampi.com o 3395776516.

Posted in: Guest Post

About the Author:

Dal 2010 sto riscoprendo la mia città dal punto di vista dei bambini e delle famiglie e, non ultimo, sto imparando il mestiere di mamma, tra gioie ed impazzimenti. Sono blogger, copywriter e social media manager freelance. Mi nutro di storie, sogni, sorrisi e...una buona dose quotidiana di zuccheri!

Post a Comment

buzzoole code