By 16 Aprile 2013 0 Comments

Il dolore del parto (Parte II)

Ecco la seconda parte dell’articolo scritto dalla psicologa e counselor Lisa Turrini* (leggi qui la prima parte).

L’esperienza del dolore in corso di travaglio e le eventuali conseguenze che si possono presentare sono molto personali e sono il prodotto di emozioni, motivazioni, cognizioni e del contesto sociale e culturale di ogni partoriente.

Un fattore estremamente importante è l’interpretazione e la valutazione della donna stessa in merito a ciò che sta accadendo, la fiducia che ha in se stessa e nelle proprie risorse e, di conseguenza, la sua capacità di reagire allo stress del dolore (coping); per quanto riguarda l’interpretazione degli eventi del parto, gioca un ruolo importante l’informazione e l’educazione sul processo della nascita: la percezione del dolore sembra infatti essere amplificata da una scarsa conoscenza delle procedure mediche (Guana, Cappadona, Di Paolo, Pellegrini, Piga & Vicario, 2011).

Risultano altresì essenziali il rilassamento e il lavoro corporeo, che si pongono come obiettivo quello di aiutare la donna ad essere consapevole di ciò che le sta accadendo fisicamente, preparandosi così ad essere meno passiva nelle varie fasi del parto e più attiva per quel che riguarda il prendere le decisioni che la riguardano; inoltre riuscire a rilassarsi durante il travaglio aiuta a recuperare le forze e ad essere più in contatto con le proprie sensazioni in modo da poter assecondare i bisogni del proprio organismo e del nascituro; tutte le tecniche usate in questo senso partono dal presupposto che la donna abbia una capacità innata di partorire e che debba solamente essere guidata e aiutata per trovare la sicurezza in se stessa; il principio base è infatti che non ci sia bisogno di tecniche specifiche, ma solo di stimolare una consapevolezza sempre più profonda delle proprie percezioni fisiche, mentali ed emotive (ibidem).

E’ importante dunque una buona preparazione al partorire, che fornisca, durante la gravidanza, informazioni e conoscenze sia a livello teorico che pratico; durante il travaglio poi, come abbiamo visto, con l’introduzione di nuove metodologie e nuovi approcci, alla donna viene riconosciuto sempre più un ruolo attivo e quindi assume rilievo la tutela del comportamento istintivo della partoriente, attraverso le posizioni libere, riconoscendole quindi la capacità di trovare lei stessa la posizione migliore per una maggiore gestione del dolore ed un corretto procedere del travaglio.

Anche nel post-parto sono essenziali dei percorsi di sostegno alla genitorialità per affrontare insieme le difficoltà che il diventare mamma porta con sé, come ogni altro cambiamento e anche per dedicare attenzione all’elaborazione del dolore che si è provato, oltre che per condividere la grande gioia della nascita del nostro bimbo!

Bortolotti A. (2010), E se poi prende il vizio, Torino: Il leone verde.

De Oliveira F. G. (2008), E dopo il parto?, Milano: Rizzoli.

Guana M., Cappadona R., Di Paolo A.M., Pellegrini M.G., Piga M.D., Vicario M. (2011),

La disciplina ostetrica. Teoria, pratica e organizzazione della professione,

Milano: Mc Graw Hill.

Kitzinger S. (1981), La gioia della nascita, Milano: Sonzogno.

Turrini L. (2012), Quando nasce una mamma, Firenze.

Autore dell’articolo:

Lisa Turrini è prima di tutto una mamma!
E’ anche psicologa e counselor (dal 2008) e si occupa principalmente di psicologia della salute in particolare riferimento al periodo perinatale (gravidanza, parto e post-parto).
Oltre alla libera professione, in qualità di mamma-psicologa, collabora con l’associazione “Lo spazio delle donne” di Scandicci.
Nel 2012 ha scritto il libro “Quando nasce una mamma” dedicato a tutti i futuri o neo- genitori!

About the Author:

Dal 2010 sto riscoprendo la mia città dal punto di vista dei bambini e delle famiglie e, non ultimo, sto imparando il mestiere di mamma, tra gioie ed impazzimenti. Sono blogger, copywriter e social media manager freelance. Mi nutro di storie, sogni, sorrisi e...una buona dose quotidiana di zuccheri!

Post a Comment

buzzoole code